musicalmente insieme2Venerdì 25 ottobre presso l’aula magna della Scuola Secondaria “A. Mario” di Lendinara, i bambini di quinta delle Scuole Primarie dell ‘ICS, hanno assistito al primo incontro con gli strumenti musicali che potrebbero accompagnarli nella nuova avventura che il nostro Istituto vorrebbe proporre: l’indirizzo musicale, novità assoluta per la nostra Scuola Secondaria.

Dopo un breve saluto della nostra Dirigente Dott.ssa Laura Riviello, i bambini sono stati intrattenuti simpaticamente da un ban proposto dal Prof. Paolo Balduin che ha poi suonato la tromba facendo partecipare i bambini, in modo giocoso e divertente.

E’ stata la volta del clarinetto suonato dal maestro Francesco Centin, Direttore del Corpo bandistico Città di Lendinara. Poi la chitarra, presentata in veste comica dalla Prof.ssa Annamaria Baldo e il pianoforte suonato dalla Prof.ssa Gagliardi Catia Lucia.

Tutti i bambini hanno ascoltato con attenzione e partecipato attivamente e con curiosità.

Il prossimo appuntamento sarà il 18 novembre presso l’aula magna della Scuola Secondaria “A. Mario” con gruppi di insieme dei ragazzi di scuole limitrofe ad indirizzo musicale e il 29 novembre presso il teatro Ballarin dove si esibirà il Corpo bandistico Città di Lendinara.

Leggi anche l'articolo sulla stampa locale immagini.quotidiano.net

 

Sinergie Logo Fb Con l‘apertura dell’a.s. 2019-2020 prenderà avvio anche la seconda annualità dei progetti realizzati dall’ICS di Lendinara attraverso l’adesione alla rete “Sinergie per un viaggio sicuro”.

Promosso dall’ICS e CTI di Badia Polesine e dal CTS di Rovigo, il progetto “Sinergie per un viaggio sicuro” ha l’obiettivo di creare una rete operativa di servizi e attività per la promozione dell’inclusione e del benessere a scuola di ragazzi tra gli 11 e i 17 anni. I numerosi partner coinvolti hanno attivato laboratori per gli alunni, consulenze e formazione per docenti e genitori nel biennio 2018-2020.

Tutte le iniziative sono gratuite e, in particolare quelle rivolte a studenti e genitori, flessibili nei tempi e modi di realizzazione e personalizzabili sulla base dei bisogni educativi individuati dai docenti delle varie classi coinvolte.

Nell’ a.s. 2018-2019 il nostro Istituto ha aderito a diverse attività, che hanno portato al raggiungimento di significativi risultati per gli alunni, i docenti e i genitori coinvolti e, più in generale, hanno rafforzato il rapporto di fiducia e condivisione di intenti tra la scuola e la comunità del territorio. Eccone di seguito una breve rassegna.

 

PROGETTO ERE-COPING POWER

particolare del cartellone sui traguardi di ogni alunno a breve e a lungo termineE’ un progetto di Educazione Razionale Eotiva che ha coinvolto 4 classi seconde della sede “A. Mario” di Lendinara, per un totale di 80 alunni. Si tratta di un’articolata attività di formazione rivolta ai docenti per creare un percorso integrato nella programmazione didattica e finalizzato a sviluppare nei ragazzi abilità sociali-emotive-relazionali.

Nell’attività in classe con gli alunni i docenti agiscono sul potenziamento di abilità quali: intraprendere obiettivi a breve e a lungo termine, riconoscere e modulare i segnali fisiologici delle emozioni, riconoscere il punto di vista altrui (perspective taking), risolvere adeguatamente le situazioni conflittuali (problem solving). Tali moduli sono collegati tra di loro da una storia ideata per introdurre agli alunni le tematiche in modo divertente e coinvolgente.attività di gruppo: il termometro delle emozioni

Sulla storia sono state progettate una serie di attività sia di tipo didattico (analisi, comprensione e produzione del testo, attività meta cognitive e generalizzazione interdisciplinare dei contenuti) sia di tipo attivo-esperienziale (role playing, circle time, giochi ed esercitazioni in gruppo), volte al raggiungimento da parte degli alunni di obiettivi di crescita individuale e come gruppo classe sia a breve che a lungo termine.

Illustrazioni realizzate dagli alunni della classe 2D durante la lettura in aula della storia “Siamo un gruppo”A conclusione del percorso dell’a.s. 2018-2019 gli alunni delle 4 seconde hanno partecipato a un laboratorio sulle emozioni condotto dagli studenti dell’IIS “De Amicis” di Rovigo, a loro volta coinvolti nel progetto ERE attraverso un percorso di formazione come tutor di laboratori esperenziali. La mattinata è stata una significativa occasione di incontro e scambio tra coetanei, in cui gli studenti dell’indirizzo socio-sanitario hanno sperimentato sul campo le loro competenze e i nostri alunni hanno messo in pratica gli spunti del corso in un contesto informale tra pari.

      

illustrazioni realizzate dagli alunni della classe 2D durante la lettura in aula della storia “Siamo un gruppo”   Elaborati grafici realizzati dagli alunni di 2A su tema “Come mi vedo io e come mi vedono gli altri”   Elaborati grafici realizzati dagli alunni di 2A su tema “Come mi vedo io e come mi vedono gli altri”

LABORATORI PER IL POTENZIAMENTO DEL METODO DI STUDIO

Nell’ambito della rete “Sinergie per un viaggio sicuro” la suola sec. di I grado “A. Mario” di Lendinara ha attivato una proficua collaborazione con due realtà che si occupano di didattica e inclusione per alunni con bisogni educativi speciali.

Sono stati così realizzati due laboratori pomeridiani gratuiti sullo sviluppo e il potenziamento del metodo di studio e sull’acquisizione di specifiche strategie per individuare e rielaborare i contenuti essenziali delle varie discipline.

La cooperativa sociale “Peter Pan” ha proposto il laboratorio “Come diventare autonomi nello studio”, a cui hanno aderito 7 alunni individuati dai docenti delle varie classi.

Nel periodo aprile-maggio l’associazione “Down Dadi Adria” onlus ha attivato un servizio educativo a cui hanno partecipato 6 alunni di classe terza per la preparazione degli Esami di Stato conclusivi del primo ciclo.

Tutte le attività sono state svolte in collaborazione con i docenti degli alunni coinvolti, in modo da creare un’effettiva sinergia tra le figure educative e un percorso didattico personalizzato per ogni ragazzo.

 Alcuni momenti del laboratorio con gli studenti tutor dell’IIS “De Amicis” di Rovigo, realizzato il 15 maggio 2019        Alcuni momenti del laboratorio con gli studenti tutor dell’IIS “De Amicis” di Rovigo, realizzato il 15 maggio 2019

ALFABETIZZAZIONE E POTENZIAMENTO PER ALUNNI NON ITALOFONI – ATTIVITA’ DI ITALIANO L2

Un reale percorso di inclusione passa necessariamente attraverso l’acquisizione e lo sviluppo di competenze di comunicazione che mettano gli alunni di qualsiasi provenienza in grado di interagire efficacemente tra di loro e con i vari soggetti della scuola.

Questa è la base sulla quale si può innestare un proficuo percorso di crescita, con ricadute positive sul clima generale di relazione e apprendimento.

Per questo motivo il nostro istituto ha puntato moltissimo sulle attività di alfabetizzazione e potenziamento dell’Italiano come seconda lingua, realizzando un articolato percorso rivolto agli alunni di tutti i plessi e integrato con le attività già poste in essere nei precedenti anni scolastici.

Fondamentale è stata la presenza della prof.ssa Giorgia Zago, specializzata nell’insegnamento di Italiano L2, che ha seguito il progetto in ogni suo aspetto.

Un momento del corso pomeridiano di Italiano L2 presso l’aula informatica della scuola “A. Mario”In una prima fase sono stati somministrati agli alunni stranieri questionari specifici per individuare i livelli iniziali di alfabetizzazione di ciascuno. Tra la scuola media di Lendinara e quella di Lusia è emerso che il 12% degli iscritti necessitava di un intervento di alfabetizzazione. Sono stati dunque creati dei gruppi distinti in base al livello e per ognuno di essi sono state predisposte attività personalizzate di alfabetizzazione e/o potenziamento della lingua italiana. Nello specifico, 9 alunni di recente immigrazione sono stati seguiti regolarmente con lezioni in piccolo gruppo in orario scolastico, 11 alunni con competenze base hanno svolto attività di rinforzo e approfondimento. Per 16 alunni di classe terza è stato poi organizzato un corso pomeridiano di 20 ore per potenziare la lingua dello studio in vista degli Esami di Stato conclusivi del primo ciclo.

 

MONITORAGGIO DELLE ATTIVITA’ DEL PROGETTO A CURA DELLA FONDAZIONE “E. ZANCAN

Nella provincia di Rovigo l’ICS di Lendinara è stato uno fra gli istituti più attivi all’interno della rete di “Sinergie per un viaggio sicuro”, avendo partecipato con un elevato numero di alunni a molteplici attività offerte dal progetto. Pertanto, insieme ad altri istituti di primo e secondo grado, è stato scelto dai promotori di “Sinergie” come scuola-campione per un’attività di monitoraggio sull’efficacia delle azioni educative proposte.

Questa attività è stata condotta dalla Fondazione “E. Zancan” onlus Centro Studi e Ricerca Sociale di Padova, partner del progetto e responsabile della valutazione dei servizi erogati all’ente finanziatore, Impresa Sociale “Con i Bambini” di Roma nell’ambito del Bando “Adolescenza”.

220 alunni hanno quindi compilato un questionario online anonimo elaborato dalla Fondazione “E. Zancan” che ci ha permesso di avere una “fotografia” delle caratteristiche della nostra popolazione scolastica e della reale ricaduta delle attività del progetto, con l’obiettivo di evidenziare i risultati positivi che sono stati raggiunti nella prima annualità e orientare le scelte future di servizi che rispondano alle effettive necessità dei nostri ragazzi e delle loro famiglie.

Molto dunque è stato fatto ma molto c’è ancora da fare. Nell’a.s. 2019 – 2020 si proseguirà con la seconda fase dei vari progetti attivati, ai quali si affiancheranno nuovi servizi: l’ICS di Lendinara ha infatti aderito anche a un’altra rete di progetti didattici: #sPOSTati “in un posto chiamato Futuro”

logospostatiIl progetto coordinato dalla Cooperativa sociale Titoli Minori onlus e della durata di tre anni è frutto di un’importante coprogettazione partecipata da trenta diverse realtà territoriali tra Cooperative sociali, Associazioni, Istituti Comprensivi e Comuni. Le attività copriranno l’intera provincia di Rovigo e coinvolgeranno più di un migliaio di minori dai 5 ai 14 anni. #sPOSTati è un progetto che ha l’obiettivo di sostenere e prevenire la povertà educativa presente nel territorio polesano attraverso una serie di percorsi formativi trasversali; laboratori educativo-didattici e artistico-culturali in orari extra scolastici; servizi di educativa territoriale ed eventi itineranti di contaminazione valoriale e interculturale. Il progetto punta, quindi, a promuovere e sviluppare competenze personali, relazionali, cognitive dei bambini e ragazzi in modo significativo sia all’interno dei loro percorsi formativi sia in quelli di inclusione sociale, attraverso azioni congiunte “dentro e fuori la scuola”, sviluppando e rafforzando l’alleanza, le competenze, il lavoro e la capacità di innovazione dell’intera comunità educante. Come “Sinergie per un viaggio sicuro” anche #sPOSTati è un progetto selezionato dall’impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Attraverso queste reti l’ICS di Lendinara si muove nella convinzione che il benessere a scuola di ogni alunno contribuisca al benessere dell’intera comunità e favorisca una crescita sotto molteplici aspetti: emotivo, psicologico, culturale e sociale.

FOTO ERE 1: particolare del cartellone sui traguardi di ogni alunno a breve e a lungo termine

FOTO ERE 2: attività di gruppo: il termometro delle emozioni

FOTO ERE 3: Illustrazioni realizzate dagli alunni della classe 2D durante la lettura in aula della storia “Siamo un gruppo”

FOTO ERE 4: illustrazioni realizzate dagli alunni della classe 2D durante la lettura in aula della storia “Siamo un gruppo”

FOTO ERE 5 E 6: Elaborati grafici realizzati dagli alunni di 2A su tema “Come mi vedo io e come mi vedono gli altri”

FOTO ERE 7: Alcuni momenti del laboratorio con gli studenti tutor dell’IIS “De Amicis” di Rovigo, realizzato il 15 maggio 2019

FOTO ERE 8: Alcuni momenti del laboratorio con gli studenti tutor dell’IIS “De Amicis” di Rovigo, realizzato il 15 maggio 2019

ITALIANO L2: Un momento del corso pomeridiano di Italiano L2 presso l’aula informatica della scuola “A. Mario”

_________

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare la prof.ssa Francesca Morelli, referente per l’ICS di Lendinara del progetto “Sinergie per un viaggio sicuro” e del progetto #sPOSTati “in un posto chiamato Futuro”.