Notizie dalla Cittadella dell'Astronomia e dal Planetario della città di Lendinara

Attenendosi ai decreti ministeriali relativi alle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, tutte le attività previste vengono al momento sospese.


INAUGURAZIONE DELLA CITTADELLA DELL'ASTRONOMIA

La stampa locale ha voluto condividere con la comunità polesana le iniziative svolte in occasione dell'inaugurazione della cittadella dell'astronomia di Lendinara.

 LaVoce - Vai alla pagina dedicata
 Polesine24  - Vai alla pagina dedicata
 RovigoinDiretta  - Vai alla pagina dedicata
 RovigoOggi  - Vai alla pagina dedicata
facebook - Vai alla pagina dedicata

 


WhatsApp Image 2020 01 15 at 23.10.16Nella conferenza stampa del 14 gennaio scorso nell’ufficio del Sindaco, è stata presentata anche l'inaugurazione della Cittadella dell'astronomia e l’intitolazione del planetario a all’astronomo polesano Temistocle Zona  (Porto Tolle, 1848 – Palermo, 1910) rivelata dal professor Enzo Bellettato degli Astrofili Polesani di Rovigo.

Il planetario è l’esito di un progetto sul quale l'Istituto comprensivo e l'Amministrazione comunale di Lendinara, con il supporto di alcuni partner, hanno lavorato per alcuni anni. “E’ finalmente pronto a partire il planetario della scuola media Alberto Mario di Lendinara, che venerdì 24 gennaio sarà lanciato in quella che già viene definita “una giornata stellare” ha annunciato l’assessore Francesca Zeggio. Quel giorno, per l’intera giornata fino a tarda sera, si svolgeranno in vari luoghi della città le iniziative connesse all’inaugurazione della “Cittadella dell’Astronomia”, realizzata al terzo piano della scuola “A. Mario” dell’ IC di Lendinara.

Il planetario, con una cupola di 5,6 metri di diametro, leggermente inclinata di circa 10 gradi rispetto al piano orizzontale, permetterà la visione in avanti a circa 25 persone con un proiettore fisheye in qualità full-hd con la risoluzione più alta ad oggi in commercio. Dopo i lavori di ammodernamento dell’impianto d’illuminazione, dell’impianto elettrico, portato internet e installate le tende oscuranti, il planetario, “fiore all’occhiello della cittadella dell’astronomia” come l’ha definito la preside Riviello, sarà finalmente fruibile aprendo le porte alla cittadinanza. Voluto dall’ex preside Fabio Cusin che nel 2016 aveva sostenuto la partecipazione dell’istituto a un bando del Miur per la promozione del digitale e finanziato con 15mila euro (più altri 2.250 euro spesi dalla scuola) la realizzazione si arenò con il trasferimento del dirigente in altra sede. Grazie all’ex dirigente Maria Elisabetta Soffritti, che ha spinto il suo predecessore a continuare ad occuparsi del progetto e all’appoggio dell’amministrazione comunale, che nel frattempo aveva stanziato altri 16mila euro, i lavori sono ripresi ed oggi finalmente completati.

“Questa realizzazione dimostra che l’amministrazione crede nella buona scuola”, ha dichiarato il sindaco Luigi Viaro che ha ringraziato la nuova dirigente scolastica Laura Riviello per l’impegno decisivo profuso. Questa realizzazione colloca l’istituto comprensivo di Lendinara (e Lusia) che conta più di 900 alunni, all’avanguardia e sarà a disposizione anche delle altre scuole polesane.

All’inaugurazione al teatro Ballarin di Lendinara è annunciata la presenza di Carmela Palumbo direttore generale per gli ordinamenti scolastici e valutazione del sistema nazionale d’istruzione (MIIUR), mentre Dario Tiveron, membro del consiglio direttivo dell’Associazione Italiana dei Planetari, terrà una lectio magistralis su “Science visualization: capire la scienza con gli occhi”. Nel pomeriggio alla biblioteca comunale, ci sarà una tavola rotonda moderata da Sara Surico con la presenza di Roberto Ragazzoni, Simone Zaggio, Dario Tiveron, Valeria Zanini tutti dell’osservatorio astronomico dell'Università di Padova.

Ugo Mariano Brasioli

ROVIGOOGGI.IT - Articolo di Sabato 18 Gennaio 2020

 WhatsApp Image 2020 01 18 at 12.33.28


IL GAZZETTINO - Articolo del 17 gennaio 2020