“Ogni volta che apro un libro imparo qualcosa di nuovo”.

È stata questa convinzione che ha portato gli alunni di classe quinta del plesso scolastico di Lusia a costruire un libro bianco per rivelare con delicatezza, ma con fermezza, ai loro amici più piccoli di tutta la scuola, quanto è accaduto di orribile circa 80 anni fa in gran parte dell’Europa.

La prima parte del progetto di polo “Memoria e futuro” ha visto protagonista tutta la scuola nella giornata della memoria e del ricordo, sottolineando come sia possibile evitare nuove sofferenze nel mondo, imparando ogni giorno a scegliere diversamente per non commettere più gli stessi errori.

Gli alunni di classe quinta hanno preparato la celebrazione unificata delle due giornate attraverso un percorso multidisciplinare che ha fornito loro non solo la memoria storica, ma anche e soprattutto l’opportunità di condurre una riflessione sui valori umani irrinunciabili. La condivisione con i compagni delle altre classi è avvenuta in un momento collettivo denso di emozione, in cui si sono alternati parole e silenzi, gesti e canti, per coinvolgere anche i più piccoli nel ricordo e nella testimonianza.

- Vedi il libro ...